Cam.tv, oltre ad essere un bellissimo progetto, è soprattutto una grandiosa community piena di gente simpatica, molto spesso preparata e desiderosa di offrire il proprio sapere agli altri. Se non la conosci ancora, ecco qui il link.

Trovo quindi utile e giusto che si sia dato un “soprannome” all’utente che ne fa parte. Probabilmente sarà stata un’idea della start-up stessa, o forse di uno dei primi iscritti entusiasti, questo non lo so. Fatto sta che ci sta! Scusando il gioco di parole.

Tuttavia ho notato in giro, in particolare sui post del gruppo Facebook dove solitamente si “lanciano” i nuovi iscritti, un po’ di confusione circa l’uso e la declinazione che se ne fa.

Il nick del tipico utente di Cam.tv sarebbe infatti il “camer”, ma si trova a volte scritto anche “cammer”, con la doppia “m”.

In effetti l’ultima lettera delle parole monosillabe in inglese si dovrebbe raddoppiare sempre (come ad esempio nella parola “blogger” derivante da blog).

Quindi sarebbe più giusto usare il termine cammer piuttosto che camer.

(…)

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO


Leo Cascio

Leo Cascio

Consulente, formatore e divulgatore di web marketing, branding e personal branding, autore, co-autore e blogger, sono un siciliano innamorato di Milano, appassionato di inglese, marito e papà.