(Tempo di lettura 2 minuti)

Nonno Pippo dice sempre:

Proponiti ai clienti come vuoi che i clienti si propongano a te.

I più informati intuiranno che nonno Pippo è il padre del marketing moderno Philip Kotler e che quella frase è una sua famosa citazione chiamata “la regola aurea del marketing”.

Se c’è una cosa che apprezzo tanto dell’inglese (che amo) è la capacità di riassumere in poche parole concetti anche complessi.

In tal caso ad esempio la traduzione sintetica della regola aurea di Kotler sarebbe “market like you want to be marketed”. Solo che in italiano, lingua purtroppo più prolissa, la traduzione non è così coincisa, così ho voluto riscriverla prendendomi una certa “libertà poetica” come “marketta come vuoi essere markettato” facendone anche questa cover…

Dal mio Instagram: https://www.instagram.com/p/Ch5KgznqwTU/

 

Perché? Perché spero che il verbo “markettare” (o “marchettare”) diventi un neologismo, ossia una nuova parola derivante da un’altra lingua che entri nel vocabolario. Da marketer sarebbe utile, secondo me.

Sul significato

Ad ogni modo venendo al significato questa regola è straordinaria un po’ come la celebre E=MC2 che, sempre a proposito di sintesi, unisce tantissime cose. Non a caso Kotler sta al marketing come Einstein alla fisica!

In pratica in essa ci sono due caratteristiche essenziali del fare bene marketing: ascolto e valori comuni.

Sebbene Kotler abbia sempre suggerito di applicare nel fare marketing un approccio etico, in realtà questa non è una regola etica perchè suggerisce di comportarci con gli altri come vogliamo che gli altri si comportino con noi: cioè se per assurdo ci piace essere trattati con disprezzo, non ci vieta di fare altrettanto con gli altri.

Ma questa cosa ci porta a riflettere che quelli che fanno marketing in modo balordo inconsciamente vogliono essere truffati: evidentemente non hanno una buona autostima!

Provando all’opposto a trattare gli altri secondo valori positivi, ossia come ci piacerebbe davvero essere trattati, la regola continua a funzionare perfettamente insegnandoci quanto possa essere bello ed utile quel marketing orientato alla felicità.

Non a caso lo stesso Kotler ha definito il “marketing 3.0” come quel processo dove a guidarci sono i valori ed il vero obiettivo non è la materialità ma la felicità umana.

Non voglio dilungarmi troppo sul significato di questa frase, semmai vorrei diventasse un pretesto per fare due chiacchiere, per confrontarci.

Perciò, senza rubarti troppo altro tempo, ti chiedo: tu cosa ci vedi dentro il mio “market like you want to be marketed”?


Leo Cascio

Leo Cascio

Sono brand builder, creator, consulente, formatore e divulgatore di web marketing. Autore del libro "Personal Branding sui Social" (link Amazon).
Che ne pensi del mio articolo? La tua comunicazione aziendale o personale ha bisogno di una mano? CONTATTAMI ORA! :)