(Tempo di lettura 4 minuti)

Se mi conosci e segui da poco sicuramente non sai che per circa 2 anni, precisamente dai primi mesi del 2020 ovvero in piena crisi pandemica, sul gruppo Facebook Imprenditore Vero ho realizzato una lunga serie di interviste in webinar dove ho moderato più di 50 tra professionisti ed imprenditori dei nuovi media provando in un periodo terribile per tutti noi a sollevare il morale e soprattutto a diffondere il verbo della buona comunicazione con un focus speciale sul personal branding.

Ad oggi è possibile visionare le repliche di queste interviste, tra cui alcune di utilità e valore davvero elevati, sul sito del progetto formativo/divulgativo, non immune da tentativi di imitazione, ImprenditoreVero.it (qui il link).

Mesi fa, nell’ottica di pagarmi i costi di quello che è stato ed è ancora un progetto molto impegnativo (organizzare le interviste, strimmarle e salvarle ogni settimana non è attività da poco!) ho deciso di limitare l’accesso al gruppo rendendolo a pagamento iniziando ad offrire le repliche delle live solo ai membri iscritti.

La nuova formula è stata questa: per “diventare membro” occorre pagare una quota d’iscrizione una tantum obbligatoria di 100 euro ottenendo in cambio diversi vantaggi ed omaggi tra cui un’ora di consulenza con me ed una copia omaggio del mio libro Personal Branding sui Social.

Il trailer di Imprenditore Vero: https://youtu.be/oNf1ReDbxn4

 

Non ha funzionato

L’iniziativa non ha riscosso successo (anche perchè nel frattempo, a parte 5 nuove puntate, dovendo seguire altri progetti per conto di alcuni clienti non ho più continuato a strimmare).

Perché non ha funzionato?

Perché è passato il messaggio “sto vendendo informazioni” tra l’altro ad una community abituata al “tutto gratis” (in questo caso è ancora più dura).

Così ho imparato una lezione, ho imparato che da quel momento i contenuti che avrei prodotto e pubblicato per Imprenditore Vero sarebbero dovuti restare pubblici e gratuiti, non più “privati” ed “esclusivi”. Ho imparato che se avessi voluto monetizzare avrei dovuto vendere “altro” e che avrei dovuto spiegare che questo “altro” non ha nulla a che fare con le informazioni.

In effetti, se ci pensiamo bene, viviamo ormai tempi in cui vendere (e dall’altro capo comprare) informazioni non ha più molto senso.

Il web è strapieno, vedasi YouTube ed anche altre piattaforme meno note, di videocorsi anche di eccellente fattura che sono totalmente gratuiti, quindi perchè chiedere dei soldi? Sì, ci sono dei costi vivi da affrontare, ma questi possono e devono essere pagati (andando anche in margine positivo) vendendo esperienza.

Che poi cos’è l’esperienza se non quel “valore aggiunto che fa la differenza” e che ci fa scegliere dai competor?

Perché questa storia?

Beh, intanto perchè non ho alcun problema a condividere con te i miei insuccessi (non c’è nulla di male, prova a farlo anche tu, oltre che liberatorio ti porterà a creare relazioni più vere e sincere). E perchè spiegare cosa non funziona in una strategia può essere utile anche a te.

Se ad esempio anche tu stai pensando di vendere informazioni il mio “aggiustamento” di strategia e la riflessione che ne è scaturita potranno sicuramente aiutarti a non commettere lo stesso errore, spingendoti da subito a puntare alla vendita di esperienza e soprattutto a focalizzarti nella preparazione e comunicazione di quel qualcosa di “unico” e non replicabile o imitabile che desiderano davvero i tuoi clienti, a differenza delle informazioni che invece sono spesso gratuitamente disponibili anche altrove e quindi molto poco appetibili.

Ma con la stessa schiettezza ti dico anche che te l’ho raccontata anche perchè è una scusa per invitarti ad aiutarmi a rilanciare il mio Imprenditore Vero.

Infatti non a caso ho appena deciso di rilanciarlo tornando proprio alle origini, offrendo nuovamente tutti i contenuti free!

E sì, tra poco mi scrollerò di dosso la noia del periodo e riprenderò a produrre le mie interviste, senza necessità di registrarsi o pagare qualcosa per fruirne.

Tuttavia, visto che devo pur provare a ripagarmi i costi, ho deciso di mantenere la quota di iscrizione da 100 euro per diventare “Imprenditore Vero” ed ottenere in cambio proprio quell’esperienza, quel qualcosa “in più”.

Cento euro per quello che include sono già pochi (credimi!), ma ho deciso per il weekend che è alle porte (per chi legge questo articolo dopo: parlo del periodo tra il 29 aprile ed il 1 maggio 2022) di offrire comunque uno “sconto speciale” a chi vorrà iscriversi come “Imprenditore Vero” approfittando dell’offerta che ti spiegherò tra poco.

Che la festa del lavoro diventi la tua festa, imprenditore!

Vengo al punto.

Se ti iscrivi entro la mezzanotte del 1 maggio ad Imprenditore Vero otterrai ad un prezzo speciale – precisamente 50 euro anziché 100 – numerosi vantaggi tra cui UN’ORA DI CONSULENZA CON ME PER AIUTARTI NEL TUO PERSONAL BRANDING (o, se desideri, anche del tuo brand o web marketing), una copia del mio libro “Personal Branding sui Social” ed un buono sconto spendibile sul sito partner Griend.it.

Attenzione, voglio precisare una cosa importante: solitamente non faccio sconti sulla consulenza perchè credo che rischino di svalutare la professionalità (quindi attenzione se anche tu come mei sei un consulente, vacci piano con le offerte e se le fai spiegale bene altrimenti rischi di passare per chi sta al mercato e cerca di vendere pesce al miglior offerente).

Tuttavia, come detto, per la festa dei lavoratori voglio fare un’eccezione per andare incontro a chi sta soffrendo di più l’attuale congiuntura economica che non è proprio delle più rosee e che potrebbe gradire particolarmente questo sconto. So bene che c’è chi pesa le 50 euro, è a loro che questa idea è soprattutto rivolta, è per dar loro una chance di cambiamento e miglioramento che li aiuti a superare i problemi. Ne hanno davvero bisogno!

In ogni caso, comunque sia il tuo conto in banca, non vedo l’ora di vederti in call per ascoltarti ed aiutarti a lanciare o rilanciare il tuo (personal) brand o il tuo progetto!
Ma affrettati ed iscriviti prima che la promo scada. Puoi farlo qui (dove trovi anche le condizioni e le cose che ottieni in cambio):
Spero di non averti ammorbato con questo articolo un po’ autoreferenziale e di averti a bordo. Dai, che se tu aiuti me col mio progetto, io aiuto te col tuo. Ci stai?

Leo Cascio

Leo Cascio

Sono brand builder, creator, consulente, formatore e divulgatore di web marketing. Autore del libro "Personal Branding sui Social" (link Amazon).
Che ne pensi del mio articolo? La tua comunicazione aziendale o personale ha bisogno di una mano? CONTATTAMI ORA! :)